Higuain al Napoli è fantacalcio: perché è impossibile un suo ritorno al San Paolo

Higuain De LaurentiisAi cavalli di ritorno Aurelio De Laurentiis non è mai parso d’accordo. Da Cavani a Quagliarella, il presidente del Napoli ha sempre detto no. Pensare ad un ritorno di Gonzalo Higuain dopo i gesti che il calciatore gli ha rifilato al San Paolo sembrerebbe pure utopia.

La voce secondo la quale il pipita sarebbe felice di ritornare a vestire quella maglia che lo ha consegnato alla storia della Serie A con il record di gol assoluto nella massima serie, vera o falsa che sia è di difficilissima attuazione.

Se è vero che De Laurentiis non dimentica i gesti, i comportamenti di derisione e provocazione messi in scena da Higuain dopo il suo addio, esistono motivi economici che sembrano chiudergli definitivamente le porte.

Pensare di riacquistarlo all’età di 32 anni, a circa 30/35 milioni di euro dopo averlo ceduto a ben 94 milioni sarebbe una mossa in controtendenza rispetto alla politica societaria attuata in oltre un decennio. Se è vero che l’ostacolo principale all’acquisto di James Rodriguez sono l’età (28 anni) e i 42 milioni richiesti dal Real Madrid, Higuain al Napoli diventa un caso di puro fantacalcio.

Alle ragioni squisitamente economiche è necessario valutare quello che sarebbe l’impatto con i tifosi. Higuain è stato amatissimo dalla folla napoletana ma in molti dopo il suo brusco passaggio alla Juventus lo considerano alla stregua di un traditore. Proprio come il suo mentore Sarri. Un peccato mortale difficile, se non impossibile da perdonare.

E se il calcio moderno ci sta abituando ai colpi di scena, alla completa disintegrazione di valori e idee come quelle dell’identità e rappresentanza, lo zoccolo duro della tifoseria si frappone a questa moderna concezione del football. Un argine che richiama alle origini del gioco del calcio in Italia e che ancora si riflette ogni domenica. Se il pallone è lo sport popolare nel nostro paese, questo ne riflette in parte le piccole e grandi problematiche sociali, politiche ed economiche. E allora in tal contesto, lo sbarco di Higuain al San Paolo rappresenterebbe una grana non di poco conto.

 

Potrebbe anche interessarti