Coronavirus, il Calcio Napoli lancia ‘Charity Food’: “32kg di cibo a mille famiglie bisognose”

 

napoli charity
Arriva una nuova iniziativa di solidarietà targata Calcio Napoli. Dopo la decisione dei calciatori, dello staff e dei dirigenti di cedere le proprie Uova Giganti di Pasqua e donarle ai medici e gli infermieri degli ospedali campani, arriva ora un nuovo gesto da parte delle società. Sono stati infatti raccolti alimenti (tra cui uova, colombe e pastiere) da destinare a mille famiglie bisognose.

Come spiegato sul sito del Calcio Napoli da Alessandro Formisano, Head of Operations azzurro :

Grazie al “Charity Food” della SSC Napoli distribuiremo 32 tonnellate di cibo a mille famiglie. In questi giorni delicati abbiamo riflettuto sul modo in cui potevamo renderci utili per aiutare le persone che hanno bisogno. Dopo l’iniziativa legata alle Uova di Pasqua donate agli Ospedali, che assumono un valore simbolico ma anche di aggregazione nei reparti medici, abbiamo pensato di andare oltre chiamando a raccolta i nostri sponsor, soprattutto quelli che si occupano di food and beverage, per creare l’operazione “Charity Food”.

Un’operazione che è ben mirata a individuare chi davvero ha necessità di alimenti.

“Siamo riusciti a raccogliere 32 tonnellate di cibo che hanno permesso di dare vita a mille confezioni di 32 chili ognuna che verranno donate alle famiglia. La cosa che ci preme di più sottolineare è il metro che abbiamo adottato per la distribuzione che non verrà fatta a pioggia, bensì con una azione mirata. Abbiamo individuato 21 soggetti per la distribuzione tra cui 12 associazioni locali di volontariato, e 9 tra decanati e parrocchie, cui si aggiunge il carcere minorile di Nisida.

Una iniziativa trasparente per la quale ci siamo impegnati a fondo con misure quasi militari per essere certi di una copertura capillare e mirata che possa dare conforto alle famiglie maggiormente bisognose. Ringrazio gli sponsor del Napoli, tra i quali Lete, Garofalo, Di Palo, GLS, ma anche quei marchi che pur non facendo parte della nostra gamma di sponsor hanno voluto contribuire al nostro ‘Charity Food’”.

 

Potrebbe anche interessarti