Herculaneum-Arzanese, Mazzamauro: “Non ci ferma nessuno”

Herculaneum-Arzanese

Tanta soddisfazione al triplice fischio finale di Herculaneum-Arzanese. Non potrebbe essere altrimenti per i giocatori e lo staff tecnico e dirigenziale dei granata, visto il 6-1 rifilato agli avversari. Quello che, però, fa felici tutti negli spogliatoi del “Raffaele Solaro” è soprattutto il margine di vantaggio aumentato nei confronti delle inseguitrici. Il nuovo Savoia di Sosa, infatti, impatta 0-0 a Mondragone e finisce a meno 12 punti dalla vetta, così come la Nuova Boys Caivanese, che pareggia 2-2 nello scontro diretto col Portici. Sono secondi a 6 lunghezze dalla squadra di mister Squillante i ragazzi di patron Vanni Russo e domenica c’è proprio lo scontro al vertice.

Parte da qui la nostra intervista col presidente onorario dell’Herculaneum Alfonso Mazzamauro.

Presidente la squadra sembra inarrestabile. A questo punto può fermarla solo il Portici?
A noi non ci ferma nessuno! Stiamo dimostrando domenica per domenica di essere una compagine di livello, capace di giocarsela con tutti nel pieno rispetto degli avversari. Dobbiamo solo continuare su questa strada, anche se il cammino è ancora lungo e pieno di insidie, ma ho piena fiducia nei miei giocatori e nel mio staff.

Se veramente non vi ferma nessuno allora domenica il campionato potrebbe essere già chiuso?
No, questo no. Io credo che il Portici sia un’ottima squadra, con elementi di valore e con una società seria alle spalle che sta lavorando molto bene. Poi da qui alla fine del campionato mancano ancora così tante partite che sarebbe impensabile credere di aver già vinto. Dobbiamo restare coi piedi per terra.

Proprio come fa il direttore sportivo Marco Mignano con cui affrontiamo soprattutto il tema del calciomercato, che riaprirà i battenti il 2 dicembre.

Direttore una squadra così lanciata in classifica è difficile da ritoccare, voi credete di intervenire in questa sessione invernale?
Beh, sicuramente dobbiamo sostituire Di Franco, motivo per il quale sicuramente prenderemo un altro difensore centrale, in modo da garantire al mister almeno un degno sostituto della coppa titolare. Poi noi ci guardiamo sempre attorno per il bene della squadra. Insieme stiamo valutando delle possibilità, ma siamo comunque molto soddisfatti dell’intera rosa.

Una rosa alla quale contro il Portici potrebbero mancare sia Salvati che Costantino, assenti anche con l’Arzanese per infortunio. Abbiamo affrontato questo tema con mister Luigi Squillante, non prima però di un giudizio sulla gara del Solaro.

Mister 6-1 all’Arzanese. Tutto facile o c’è qualcosa che non l’ha soddisfatta?
Beh, se dovessi rimproverare i miei giocatori anche dopo un simile risultato sarei proprio incontentabile. Devo dire, però, che abbiamo incontrato un’ottima Arzanese, venuta a giocarsela a viso aperto. Noi forse abbiamo affrontato la gara mentalmente meno bene del solito, ma diciamo che la partita col Savoia ci ha portato via molto dal punto di vista psicologico e oggi sapevo che non sarebbe stato facile. Queste sono le classiche gare che temo, perché dopo un risultato positivo come quello di domenica, si rischia di non trovare i giusti stimoli, ma alla fine siamo stati bravi e abbiamo portato a casa altri tre punti importanti.

Per portarli via anche dalla sfida col Portici potrebbe servire anche l’apporto di Salvati e Costantino. Pensa di recuperarli?
Per recuperare Salvati ci vorrebbe un miracolo. Lui ha avuto uno stiramento di primo grado. E’ un infortunio che in genere va via in quindici-venti giorni, se non di più. Vedremo, ma non ci conto molto. Per Costantino sono più ottimista. In settimana ne sapremo di più. Credo comunque che anche oggi abbiamo dimostrato che è il gruppo quello che conta e noi ne abbiamo uno molto valido.

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti