Juventus Under 15: Pisapia in campo dopo la vergogna dei cori contro Napoli

 

“Napoli usa il sapone”. E’ questo lo sfottò, il canto del momento e più in voga che si somma ai tanti altri ritornelli razzisti e offensivi contro Napoli e i napoletani. Un becero coro che si è infiltrato anche tra i giovanissimi calciatori del nostro calcio italiano, i quali non hanno nessuna remore a condividere e far circolare orgogliosi dei video sul web che li immortalano nella loro prestazione canora.

Questa volta, colpevoli di tale gesto erano stati i calciatori dell’Under 15 della Juventus, che dopo la vittoria in campionato contro il Napoli, festeggiavano negli spogliatoi offendendo con questo coro la città di Napoli. La Procura Federale, che ha esaminato il filmato, ha stabilito che i ragazzi saranno “puniti” frequentando un corso sui social. Alla Juventus, che voleva ritirare la squadra, è stato invece impedito di farlo e dovrà pagare una multa.

Più duri invece i provvedimenti giudiziari verso Luciano Pisapia, campano di nascita, che aveva registrato tutta la scena negli spogliatoi condividendola sul web. Per lui si configurerà un procedimento disciplinare con l’accusa di discriminazione territoriale. Eppure ieri nella finale di campionato, persa dai bianconeri contro l’Inter, è stato schierato in campo.

Un comportamento sbagliato da parte della società che avrebbe dovuto mantenere il pugno fermo e soprattutto punirlo lasciando in panchina o in tribuna, un gesto per evidenziare quanto il suo comportamento fosse stato contro ogni regola morale, civile e sportiva.

Potrebbe anche interessarti