Turris macchina da gol: attacco straripante, difesa impenetrabile

Pasquale Santosuosso

Semplicemente, una macchina da gol. Difficile trovare definizioni più calzanti per questa Turris, capace di realizzare la bellezza di 41 gol in 18 partite. Una media mostruosa di 2,28 gol a gara. Merito non solo dei due attaccanti principi della squadra, Majella e Grezio, ma dello schema di gioco messo in piedi da Santosuosso. Un gioco sì dispendioso, ma che ha portato tanti giocatori della squadra alla gioia del gol.

Sono ben 11 infatti i corallini andati a segno in campionato: Cigliano, Ferraro, Grezio, Imparato, Iuliano, La Montagna, Lordi, Majella, Salvatore, Schettino e infine Somma. Un dato questo, molto significativo, che chiarisce ancora di più la straordinaria vena offensiva della squadra. Non solo gli attaccanti, ma anche i centrocampisti ed i difensori riescono a trovare la via del gol. Un segnale importante, perché vuol dire che la Turris non è legata solo a Majella e Grezio (anche se, è doveroso dirlo, sono loro che fanno quasi sempre la differenza) ma sa trovare più soluzioni offensive.

Con l’arrivo di Iuliano, la Turris ha cambiato faccia, passando ad un 4-3-1-2. Un trequartista giovane, dal passo rapido e dalla buona tecnica, che ha il compito di servire le due punte, e di raccordare centrocampo ed attacco. In tutto il girone d’andata, la Turris ha giocato con il 4-4-2, e sporadicamente con il 4-3-3 (quando sono mancati, a turno, Majella e Grezio). Non è stato facile quindi adattarsi a questo nuovo sistema di gioco fin da subito, ma con il prosieguo delle gare, il nuovo modulo ha cominciato a dare i suoi frutti.

Merito anche della crescita di Iuliano, che domenica scorsa ha offerto la sua miglior prestazione in maglia corallina, trovando anche la sua prima rete con la Turris. Certo, l’Hermes Casagiove non era l’avversario più probante del campionato, ma la Turris è stata brava a sbloccare subito il match: una questione non facile da risolvere, considerando che quasi tutte le squadre che hanno giocato al Liguori, si sono arroccate nella propria metà campo.

Proprio perché molte squadre temono la squadra di Santosuosso, assume molto più significato questo ulteriore dato statistico: con San Giorgio, Forio ed Hermes Casagiove (contro i giallorossi, tra andata e ritorno, addirittura 11 gol segnati!), la Turris ha realizzato 21 gol, la metà dei 41 totali. Anche con le piccole, i corallini riescono non solo a vincere, ma a stravincere.

Infine, il dato relativo ai gol subiti dai corallini: 9 gol in 18 partite, con una media di 0,5 gol subiti a partita. Semplicemente, la miglior difesa del campionato. Se difendere contro la Turris è difficilissimo, ancora più complicato è riuscire a farle gol.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più