La storia si ripete: la Fontana Monteoliveto invasa da cumuli di rifiuti

Fontana Monteoliveto

La storia si ripete. Una storia infinita, caratterizzata dall’inciviltà che dilaga da ogni dove. L’ennesimo atto di vandalismo a discapito della Fontana Monteoliveto, nel cuore di Napoli, si è consumato questo weekend. Rifiuti, quali lattine, bottiglie di vetro, bicchieri, cannucce e varie scritte: questa la situazione riscontrata a malincuore ieri mattina.

Ricordiamo che la fontana, più volte, è stata ripulita dai volontari della di “Sii Turista della Tua Città” ma puntualmente i vandali si sono dati da fare per deturparla. È stata infatti ritrovata più volte in condizioni pietose: addirittura per due volte di seguito, è stato riscontrato, con sommo dispiacere, che l’acqua contenuta all’interno, aveva cambiato completamente colore: la prima volta era infatti diventata rossa e la seconda blu. Scempio senza fine.

Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli de La Radiazza hanno dichiarato, attraverso un comunicato: Domenica mattina ancora una volta la fontana di Monteoliveto si presentava in condizioni inaccettabili a causa del vandalismo diffuso e del poco amore che una parte dei napoletani hanno per la propria città ed i suoi monumenti. Durante la notte infatti è stata riempita di bottiglie, lattine e rifiuti vari. Inoltre sono apparse nuove scritte deturpanti dopo l’ennesima pulizia dell’associazione “Sii turista della tua città”. Troviamo incredibile che le autorità cittadine e gli stessi carabinieri che hanno la loro caserma che affaccia proprio sul monumento non si siano ancora decisi a fare qualcosa. La nostra proposta è di recintarla come era un tempo e come sono diversi monumenti cittadini per difenderla dai devastatori di professione che infestano il nostro territorio“. 

Ecco alcune foto che attestano la vergognosa situazione:

Fontana Monteoliveto

Fontana Monteoliveto

Fontana Monteoliveto

Fontana Monteoliveto

Fontana Monteoliveto

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più