Concerto Terra dei Fuochi: Ecco cosa resta dopo le belle parole

piazza carlo III caserta
Foto: Enzo Santoro

In più di cinquantamila hanno presieduto ieri al concerto tenuto da Gigi D’Alessio per denunciare lo stato in cui versa, oramai da decenni, la Terra dei Fuochi. Una folla umana ha invaso piazza Carlo III partecipando, con accorata commozione, a quella che il cantante partenopeo ha definito una “festa di rinascita” per un territorio devastato dalla criminosa gestione dei rifiuti, ad opera della camorra.

Questa mattina però, lo stato in cui versava il piazzale antistante la Reggia di Caserta, ha destato non poche polemiche. Le foto di quel che rimaneva della serata di ieri stanno facendo il giro del web. Spazzatura accumulata in ogni angolo della piazza, migliaia di bottiglie disseminate sul prato, rifiuti di ogni genere sparpagliati ovunque. Una scena raccapricciante che ha sollevato numerosi dubbi sullo spirito dei tanti partecipanti che, in linea teorica, erano stati chiamati a “manifestare” proprio contro lo sversamento selvaggio dei rifiuti.

piazza carlo III caserta II
Foto: Enzo Santoro

Ogni evento di una simile portata, si sa, lascia dietro sè tracce ben visibili. Non è il primo concerto al termine del quale si assiste ad una vera e propria opera di devastazione, a volte volontaria a volte non, ma a lasciare l’amaro in bocca questa volta, l’idea che dietro ad un simile evento ci fosse una causa precisa, una volontà di sensibilizzare i cittadini ad un rispetto concreto per la propria terra, volontà naufragata in quel mucchio di spazzatura disseminata ovunque. 

Dal comune di Caserta intanto arrivano le prime rassicurazioni. Così come annunciato dal presidente di Ecocar, Sirio Vallarelli, a metà mattinata sono partite le operazioni di pulizia pianificate dalla ditta al fine di rimuovere le tonnellate di rifiuti, in particolare carta e bottiglie di bevande in pet, abbandonate sul prato. Assicurano gli organizzatori che, già nelle prime del pomeriggio, la bonifica sarà terminata.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più