A Napoli la prima “Escape room”. Hai un’ora di tempo per uscire dalla stanza

escape-room

Chiusi all’interno di una stanza ed un’ora di tempo per trovare la chiave ed uscire. Aiutati da codici segreti, cartine geografiche, scrigni e casseforti i concorrenti devono confrontarsi tra loro e risolvere insieme gli enigmi per poter sbloccare la porta d’ingresso.

E’ l’esperienza che si può vivere grazie ad “Escape room“, un gioco di gruppo nato e diffuso negli USA. In Italia le escape rooms si possono trovare a Milano, Torino e Roma. Ora è arrivata anche a Napoli, in via Diocleziano, quartiere Fuorigrotta e verrà inaugurata oggi.

L’idea è di Marco Stoppelli, 27enne di Napoli: “E’ di gran moda all’estero e in alcune città del nord – spiega il giovane – è un’attività adatta a chiunque, un passatempo per tutte le età. L’idea è nata guardando un telefilm americano i cui protagonisti facevano questo gioco. Ho allestito due camere a tema: una prigione e lo studio di un esploratore. I concorrenti, minimo due e massimo cinque, dovranno seguire un percorso fatto di enigmi e indovinelli utilizzando tutto ciò che hanno a disposizione nella stanza“.

I partecipanti, che per l’occasione diventeranno dei detective, dove “In una delle stanze – continua – dopo una serie di passaggi, i giocatori troveranno all’interno di uno scrigno un foglio con una scritta che sembrerà incomprensibile. In realtà va combinata con un altro elemento della camera, lo specchio, poiché si tratta di una frase formulata al contrario. Ma, ovviamente, l’avventura non finirà qui perché ci saranno tanti altri aspetti da scoprire».

 

 

Potrebbe anche interessarti