Il San Gennaro delle polemiche diventa attrazione turistica

San Gennaro
Ph. Stefano Maria Capocelli

Il murale in piazzetta Forcella di Jorit AGOch che ritrae San Gennaro in versione “popolare” ha portato innumerevoli polemiche. L’ennesimo giornale perbenista ha voluto vedere nel santo del popolo napoletano un pentito della camorra, come Nunzio Giuliano.

Stamattina è successa una cosa inaspettata e che riempie, invece, il cuore di gioia e ripaga di tutti gli ennesimi pregiudizi su Napoli: un autobus carico di turisti ha fatto sosta all’incrocio tra via Duomo e Forcella, permettendo ai passeggeri di scattare foto a quel San Gennaro tanto criticato.

Quello che è stato finora oggetto di contrasti, oggi è diventato luogo di attrazione turistica. Dimostrazione del fatto che riqualificare una zona degradata e a rischio criminalità può portare a risvolti positivi, trasformando seppur di poco il volto di un quartiere.

Un colpo a chi anziché riportare la bellezza dell’iniziativa e del regalo che Jorit ha voluto fare alla sua città, ha voluto riproporre ancora una volta, la combinazione Napoli-Camorra. Difendiamo la nostra terra!

Foto di Stefano Maria Capocelli.

Potrebbe anche interessarti