A Carnevale, ogni scherzo…non vale. Ecco cosa è vietato dal Comune e cosa si rischia

carnevale

In prossimità del periodo del Carnevale, il quale si concluderà quest’anno il 9 febbraio, il Comune di Napoli ha disposto alcune regole di comportamento, visto i consueti episodi di malcostume che, ogni anno, si ripetono a danni di persone, cose pubbliche o private, così com’era già accaduto l’anno scorso.

La disposizione comunale prevede, infatti, il divieto fino il 14 febbraio 2016 di:

1. acquistare, vendere e utilizzare bombolette spray emittenti sostanze imbrattanti, urticanti

2. detenere e utilizzare in luoghi pubblici o in luoghi aperti al pubblico materie atte ad imbrattare (bombolette spray, schiume, coloranti vari, farina, uova, polveri pruriginose, creme, ecc.) e/o recare danno a persone, cose e beni, quali civili abitazioni, attività commerciali, muri, edifici pubblici e privati, mezzi di trasporto ed altri oggetti di vario genere, nonché imbrattare e/o sporcare strade, piazze, monumenti.

3. assumere comportamenti, in luoghi pubblici e in luoghi aperti al pubblico, che possano turbare la tranquillità delle persone o creare situazioni di pericolo per la sicurezza delle persone o delle cose.

I trasgressori saranno puniti con il pagamento di una somma di 200 euro o 400 euro, nel caso il comportamento fosse ripetuto e per quanto riguarda i minori, saranno gli stessi genitori a risponderne. Oltre alle sanzioni previste dal Codice Penale o il Codice della Strada, qualora siano applicabili.

Pare proprio bisogni fare attenzione, poiché a Questo Carnevale, Ogni scherzo….non vale.

Potrebbe anche interessarti