Ritorna il treno Napoli-Cuma per rivalutare l’area archeologica

cumana

Finalmente, dopo quattro anni, potrebbe tornare attivo un collegamento ferroviario costante fra il centro storico di Napoli e Cuma. L’ha annunciato Umberto De Gregorio, presidente del CdA EAV (Ente Autonomo Volturno), che proprio oggi ha sperimentato il primo viaggio di prova sulla tratta Licola – Cuma, insieme a sindaci ed assessori dell’area flegrea. “La Cumana non arriva più a Cuma da quattro anni. L’idea è di lanciare, in via sperimentale ogni domenica, – spiega il presidente – un treno che colleghi il centro storico di Napoli alla magnifica area archeologica di Cuma”.

Un patrimonio storico inestimabile per il mondo che viene costantemente ignorato perchè collegato male al centro città, come denuncia De Gregorio: “La stazione di Cuma è il luogo ideale per visitare l’area archeologica ma anche la foresta regionale, peraltro dotata di una ottima pista ciclabile. Faremo un protocollo d’intesa con la Regione e la Sovrintendenza per consentire a turisti e cittadini, a partire da Pasqua, di poter fare una passeggiata panoramica, portando anche la bicicletta al seguito. Le linee flegree dell’EAV hanno un enorme potenziale turistico e  intendiamo lavorare a progetti dove cultura e trasporto diventino un binomio vincente. E tuttavia un segnale di speranza intendiamo lanciarlo da subito. Perché una Cumana che non arriva a Cuma, che Cumana è?”

Potrebbe anche interessarti