Gli sparano in faccia e gli danno fuoco: orrore nel napoletano

Grumo Nevano
Foto di Salvatore Esposito

È stato ritrovato questa mattina il cadavere carbonizzato di un uomo. La macabra scoperta è stata fatta lungo una strada sterrata nei pressi dell’uscita di Grumo Nevano dell’asse mediano di Napoli. A ritrovare il corpo, che giaceva a bordo strada riverso con la faccia a terra, un ex carabiniere in pensione da anni che stava passeggiando in zona.

Allertati dall’uomo, sono subito accorsi i Carabinieri di Grumo Nevano e di Casoria. Sul posto è sopraggiunto anche il PM della DDA Catello Maresca, dal momento che il caso sembrerebbe rientrare in una faida di Camorra. La vittima, infatti, riporta segni evidenti di una vera e propria esecuzione: ad uccidere l’uomo, con molta probabilità, sono stati due colpi di pistola in pieno viso e, solo in seguito, il corpo è stato dato alle fiamme. Dato lo stato non è stato ancora possibile identificare il nome e le generalità del defunto.

LEGGI ANCHE
Borrelli: "Il nuovo volto della camorra è ancora più spietato". Ecco perchè!

Un omicidio che fa pensare con molta facilità ad una nuova guerra fra clan nell’area settentrionale di Napoli, da Scampia a Melito, e che è avvenuto, non a caso, nello stesso luogo in cui, l’anno scorso, furono ritrovati altri due uomini morti nello stesso modo.

Potrebbe anche interessarti