Addio vecchia carta d’identità, da marzo sarà elettronica

carta d'identità elettronica
Carta d’identità elettronica

Sono 19 anni che si parla di sostituire la vecchia carta d’identità cartacea con una versione tecnologicamente avanzata: si tratterebbe di una scheda, molto simile ad un bancomat, che potrà essere usata in qualunque terminale. L’iniziativa fu lanciata nel lontano 1997 dalla riforma Bassanini per semplificare le procedure con la Pubblica Amministrazione: con un simile documento, infatti, basterebbero pochi minuti per aprire una società o per altri bisogni che richiederebbero mesi di trafile fra i vari uffici. Tuttavia, per i costi eccessivi dell’aggiornamento tecnologico dei comuni, la carta del futuro non ha mai visto una realizzazione concreta.

Finalmente, però, stando a quanto riportato sul Fatto Quotidiano, è stato annunciato che da marzo la Carta d’Identità verrà sostituita in 153 comuni, fra i quali anche Napoli. Non sarà un cambiamento obbligatorio, chiunque potrà scegliere liberamente se ottenere la nuova carta o rimanere con la sua vecchia versione cartacea. Tuttavia, ottenere la nuova versione costerà cinque volte di più che richiedere una normale carta d’identità: il prezzo sarà di 25,42 euro, mentre la vecchia costava solo 5,42 euro.

I vantaggi, di contro, saranno notevoli: la carta avrà al suo interno una foto del possessore catturata con una fotocamera digitale, quindi addio alle vecchie e sciupate fototessere; le impronte digitali raccolte con uno scanner ottico ed una firma digitale. Speriamo solo che il progetto non segua la stessa sorte di altre innovazioni evitate da molti perché troppo costose o poco concrete nell’utilità come è avvenuto per la PEC, che solo dopo anni ed interventi normativi pesanti è riuscita ad immettersi nel mondo del lavoro come mail certificata.

Potrebbe anche interessarti