La Biblioteca dei Girolamini riapre al suo pubblico: ecco quando

La biblioteca dei Girolamini Pietro VallettaUn’altra apertura straordinaria della Biblioteca dei Girolamini è prevista per il 19 e il 20 marzo, nell’ambito delle Giornate di Primavera del Fai (Fondo Ambientale Italiano), l’evento di piazza organizzato ogni anno dal Fondo e giunto alla sua 24^ edizione.

La storica Biblioteca napoletana, vittima di una fraudolenta gestione interna negli anni passati e sottoposta a un becero saccheggio nel 2012, ha visto l’ultima apertura al pubblico lo scorso ottobre per la visita guidata durante la Domenica di Carta 2015.

Rosanna Rummo, direttore generale per le biblioteche e gli archivi, informa, tuttavia, circa l’intenzione del Ministero di voler aprire la Biblioteca al suo popolo una volta al mese, anche se le consultazioni non saranno ancora possibili.

Ricordiamo che l’edificio culturale napoletano è posto sotto sequestro dal 2012, anno in cui venne fuori la vicenda della compravendita di libri e volumi autentici, dal valore altissimo, non solo economico ma culturale e identitario per la città partenopea.

In effetti la Biblioteca è specializzata, in particolar modo, in Teologia Cristiana, Filosofia, Chiesa Cristiana in Europa, Storia della Chiesa, Musica Sacra e Storia Generale dell’Europa. Non mancano, tuttavia, testi di archeologia, numismatica, bibliografia e letteratura classica. Si tratta di una culla sacra per quanto riguarda il patrimonio della città, barbaramente colpita dai suoi stessi figli, quelli che non la rispettano e che non meritano la storia di cui fanno parte.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più