Pompei. 20enne morto dopo lunga agonia: ha rassicurato la fidanzata a telefono

incidenteUlteriori indagini hanno riguardato la morte di Stefano Maurino, il 20enne che lunedì sera è deceduto all’ospedale di Castellammare di Stabia, dopo un incidente con la moto a Terzigno, in località Boccia al Mauro. Sì, perché la dinamica che ha riguardato la morte del ragazzo di Pompei non è apparsa subito chiara alle forze dell’ordine giunte sul posto per l’accaduto. Stefano, infatti, non è morto sul colpo. Tutt’altro, ha avuto la forza fisica e la lucidità mentale non solo di spiegare al personale infermieristico dell’autoambulanza i dolori che provava, ma anche di effettuare una telefonata alla fidanzata, avvertendola dell’incidente e rassicurandola.

Ancora cosciente, quindi, il giovane uomo al momento dello scontro, ma poi sulla vettura ospedaliera il peggioramento. Le sue condizioni fisiche velocemente sono crollate, al punto di arrivare in ospedale e morire pochi minuti dopo. Ed è per questo che carabinieri e magistrati suppongono si sia trattato di un’emorragia interna. Tuttavia il Pm della Procura di Nola, che segue l’inchiesta, ha disposto un’autopsia sul corpo, la quale confermerà le ipotesi o svelerà il reale motivo del decesso.

All’arrivo in ospedale, infatti, come riporta Il Mattino on line, parenti e fidanzata hanno trovato Stefano già privo di vita. Lo sconcerto per la tragedia è stato profondo e non solo per la famiglia, ma anche per il resto del paese. Infatti, nella giornata di ieri, alle 20:00 si è tenuta una fiaccolata per il ragazzo, organizzata dai più cari amici, alla quale ha partecipato parte della città. L’appuntamento, come informava un post su Facebook, era in via Tre Ponti, per poi proseguire verso casa di Stefano, passando per piazza Barolo Longo fino alla Fonte Salutare.

Nell’incidente, oltre al motociclo di Stefano e una Rover con a bordo un’intera famiglia, pare sia coinvolta un’altra autovettura, una Polo. Quest’ultima, come si vede dalle telecamere di sorveglianza dei negozi di zona, stava effettuando una svolta in una traversa secondaria e proprio questa manovra, forse, avrebbe influito sugli spostamenti degli altri due mezzi, fino alla collisione.

I funerali, in ogni modo, si terranno oggi pomeriggio alle 15:00 presso la chiesa dell’Immacolata, in località Tre Ponti a Pompei. Nonostante le ultime indagini, infatti, il magistrato ha disposto il dissequestro della salma, la quale è tornata alla famiglia.

Potrebbe anche interessarti