San Giuseppe V. Assenteista quasi la metà degli impiegati: ecco da dove provengono gli indagati

 

cartellino

La Guardia di Finanza di Ottaviano ha messo allo scoperto 7 dipendenti pubblici dell’Inps di San Giuseppe Vesuviano, i quali sono stati raggiunti da una misura cautelare “per false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge da parte di dipendenti pubblici”.

Ad emettere l’ordinanza il Tribunale di Nola, a seguito delle indagini avviate nel 2015 dalla Procura della Repubblica di Nola. Grazie all’istallazione di telecamere nascoste, sono stati rilevati comportamenti lavorativi irregolari da parte del 40% degli impiegati della piccola struttura (7 su 16): tre di questi sono stati sottoposti all’interdizione degli incarichi d’ufficio, mentre gli altri 4 sono stati chiamati a presentarsi alla Polizia Giudiziaria.

Pare che gli indagati compiessero faccende private durante l’orario lavorativo, allontanandosi dalla sede professionale per recarsi a svolgere commissioni personali, pur risultando al posto di lavoro. Tutto ciò, con la complicità di alcuni colleghi. Le telecamere hanno registrato per 18 giorni e pure le irregolarità emerse sono state pari a 37. Oltre alle riprese, inoltre, le forze dell’ordine hanno effettuato pedinamenti e appostamenti, incrociando i risultati con le registrazioni.

Tutti i coinvolti nella vicenda sono di provenienza vesuviana: Poggiomarino, San Gennaro Vesuviano, San Giuseppe Vesuviano, Scafati e Somma Vesuviana.

Sono sempre in aumento, per fortuna, i casi investigativi che premono sullo smascheramento dei furbi del cartellino.

Potrebbe anche interessarti