Caivano, “Dal Parco Verde al sole”: la storia di Fortuna Loffredo diventa un fumetto

Fortuna Loffredo

La morte di Fortuna Loffredo, avvenuta il 24 giugno 2014, ultimamente ha fatto parlare molto sia i giornali che i programmi televisivi. Adesso, dopo quasi due anni dai terribili misfatti accaduti nell’ormai famigerato Parco Verde di Caivano, ne è stata scritta anche una storia, a suo modo molto particolare. Si tratta, infatti, di un breve fumetto a cura degli artisti della Scuola Italiana della Comix, e la cui sceneggiatura è opera di Alessandro Di Nocera.

Nel fumetto, il cui titolo è “Dal Parco Verde al sole”, la stessa Fortuna Loffredo parla brevemente della sua dipartita – avvenuta per le numerose sevizie subite, alle quali ha fatto seguito il lancio dall’ottavo piano del fabbricato nel quale viveva. Poi la voce narrante prima ricorda che non è la sola vittima innocente di persone senza scrupoli e senza pudore – con un velato riferimento anche a un altro bambino morto all’interno del parco, e in seguito si lancia in un duro sfogo contro gli adulti, che sul finire assume i connotati dell’appello affinché si adoperino per migliorare la situazione della società italiana.

Per cominciare, ad esempio, si potrebbe partire dai tempi della giustizia italiana, che è ancora sulle tracce di chi ha compiuto violenze sessuali e fisiche ai danni della piccola Fortuna di Loffredo e di tante altre piccole vittime indifese. Al momento il principale ed unico sospettato finora resta il compagno di una vicina di casa della famiglia Loffredo, ovvero Raimondo Caputo.  Le indagini, tuttavia, sono tutt’altro che concluse e considerando la lunghezza dei processi italiani una sentenza definitiva è sicuramente ancora molto lontana.

Potrebbe anche interessarti