Cardarelli. Ricoverato per problemi respiratori, muore con ematoma al cranio e costole rotte

Barrelle in corridoio

Napoli. Una morte sospetta all’Ospedale Cardarelli, un presunto caso di malasanità sul quale sta indagando la Procura di Napoli.

Leopoldo Calvano, 80enne in pensione ed ex impiegato della Nato, è morto la notte del 23 agosto dopo una settimana passata in ospedale. L’anziano fu ricoverato al nosocomio napoletano a causa di un’insufficienza respiratoria, ma sul suo cadavere erano presenti un grosso ematoma al cranio, una costola rotta ed escoriazioni al ginocchio, secondo quanto riposta ilmattino.it.

I parenti avrebbero sporto denuncia, in quanto dopo le prime cure l’uomo stava migliorando. “Reattivo e lucido, papà stava meglio“, ha raccontato il figlio Giuseppe. “Il 14 andammo via – ha continuato il figlio – Alle 22 lo lasciai lucido e sereno. A Ferragosto tornammo nel reparto ma non trovammo più papà“.

Lo scoprono, così, incosciente e con un grosso ematoma sulla testa: “Papà non riconosceva e non rispondeva più“, ha concluso Giuseppe Calvano.

Potrebbe anche interessarti