Torre del Greco. Caso Deiulemar, terremoto in vista: armatore si pente e fa i nomi

deiulemarUn nuovo terremoto giudiziario si prepara a scuotere Torre del Greco, in provincia di Napoli, per novità imminenti sul caso Deiulemar. Uno dei soci della Compagnia di Navigazione, fallita nel 2012, ha infatti deciso di collaborare con la giustizia. Si tratta, riporta Il Mattino, dell’armatore Angelo della Gatta che, dopo mesi di detenzione, vuole raccontare chi e cosa si nasconde dietro il crac della Deiulemar, che ha bruciato il tesoro di 13mila persone che avevano affidato i propri risparmi tramite le obbligazioni.

Della Gatta sta già fornendo i primi nomi: imprenditori, banchieri e professionisti del Vesuviano, che avrebbero contribuito alla perdita di grandi capitali finanziari. Le indagini, per la Procura di Torre Annunziata, sono state coordinate dal sostituto procuratore Sergio Raimondi ed Emilio Prisco del pool di magistrati oggi guidato dal procuratore Sandro Pennasilico e dall’aggiunto Pierpaolo Filippelli, e porteranno con molta probabilità, dinanzi agli inquirenti, molti nomi illustri del Napoletano, interrogati come persone informate dei fatti.

I ‘vip’ tremano: presto una nuova bufera giudiziaria potrebbe scatenarsi all’ombra del Vesuvio.

Potrebbe anche interessarti