Omicidio Fortuna, Caputo: “L’ha uccisa Marianna Fabozzi: ecco cosa le ha fatto”

Si arricchisce di un altro colpo di scena la vicenda dell’omicidio della piccola Fortuna Loffredo, morta nel Parco Verde di Caivano il 24 giugno 2014. Ha parlato, infatti, come riporta La Repubblica, nell’Aula del Tribunale dove si sta svolgendo il processo, Raimondo Caputo, imputato per omicidio volontario e violenza sessuale ai danni di Fortuna e delle tre figlie della sua compagna, Marianna Fabozzi.

Proprio a quest’ultima sono rivolte le accuse pesantissime di Caputo: “Marianna Fabozzi ha buttato giù Fortuna come ha fatto con suo figlio (morto nel 2013, precipitando dallo stesso palazzo in cui è morta Fortuna, ndr), l’ha presa e l’ha buttata, con l’unghia l’ha anche graffiata sulla gamba e sotto l’occhio e su questo non sono stati fatti gli esami”.

L’imputato ha anche assicurato che, al momento dell’omicidio della bimba, non era in casa ma fuori con una delle figlie della Fabozzi. Le dichiarazioni di Caputo sono state spontanee, arrivate dopo averne fatto richiesta al presidente della quinta sezione penale del Tribunale di Napoli.

La prossima udienza si terrà l’11 aprile, con la speranza di fare ulteriore luce sulla morte di quella piccola innocente.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più