Totò va dallo psicologo: visita guidata e gelato gratis per tutti!

Napoli in Treatment, il primo format al mondo a mettere in terapia una città, organizza per la prima volta un tour psicoterapeutico dedicato alla figura del principe della risata Antonio de Curtis, speciale “paziente” che incarna risorse e ombre, forza e incertezze dei napoletani.

In occasione del cinquantennale della scomparsa di Totò, l’associazione in collaborazione con Vascitour e Tina e Angelo Scognamiglio propone sabato 27 maggio l’itinerario “Totò-Terapia”: un percorso psicoterapeutico e turistico a partecipazione gratuita che racconterà Totò da una prospettiva originale.

La prenotazione è obbligatoria, il raduno è alle 16.45 dalla Fontana del Nettuno, davanti a palazzo San Giacomo, in piazza Municipio. La durata è di circa 2 ore. L’evento, tra gli appuntamenti del Maggio dei Monumenti 2017, terminerà con una cena tutta partenopea, cucinata lasciandosi ispirare alle caratteristiche del genio della comicità, nella bottega di ortofrutta di Tina e Angelo nei Quartieri Spagnoli dalle 20.

Durante la speciale visita guidata, i partecipanti, ripercorrendo la biografia del principe della risata, potranno assistere a performance teatrali e musicali e alle sedute di “psicoterapia” di Totò con la dottoressa Cimone, scritte dallo staff di Napoli in Treatment e supervisionate dallo psicologo e psicoterapeuta Giovanni Madonna. Per svelare la complessità di un uomo che nelle sue costanti dicotomie ricorda molto Partenope.

Partner dell’iniziativa è Casa Infante Artigiani del gelato, che lungo il percorso farà assaggiare ai partecipanti il gelato “Malafemmina” (creato ad hoc per la Totò-Terapia), Enrico Durazzo di Napolimania, che da anni coltiva con le sue creazioni la passione per Totò, Davide D’Errico di “Addà passà a nuttata”, associazione attiva nel Rione Sanità, i Souladduje, che cureranno la colonna sonora della cena, Mario Talarico, storico artigiano degli ombrelli che per l’occasione ha realizzato un parasole dedicato a Totò. Interpretazioni e performance a cura della compagnia teatrale Gli Ignoti. Grafica realizzata da Carlo Manna.

Potrebbe anche interessarti