Scarciello chiude la salumeria, il Comune: “Non è vero che lo abbiamo abbandonato”

Ciro ScarcielloCiro Scarciello, il salumiere che denunciò la situazione di Forcella alla tv dopo la sparatoria alla Maddalena, chiude ufficialmente i battenti sabato pomeriggio, alle 18. Ciro ha tenuto duro per alcuni mesi, poi ha detto basta. Il suo negozio era sempre più vuoto, e lui sempre più solo. L’affetto della gente non è bastato, in casi come questo c’è bisogno dello Stato. E le istituzioni, tranne quando il suo caso era sotto effetto mediatico, lo hanno abbandonato, come lui stesso ha sempre spiegato.

Dal Comune di Napoli, però, arriva una precisazione: Ciro non è stato lasciato solo. A spiegarlo a Il Mattino è Felice Balsamo, uno stretto collaboratore di Luigi De Magistris: “Noi del Comune siamo sempre stati qui, io sono andato da lui ogni settimana. Da Ciro sono arrivate persone a promettergli posti di lavoro e sono loro che volevano stringergli la mano, noi abbiamo agito. Sto andando proprio ora da Ciro – spiega Balsamo – E sono qui, alla Duchesca, dal 5 gennaio. Per mesi non ho rivelato a nessuno la mia identità e il mio lavoro. Ho osservato in incognito quello che accadeva e solo dopo, al momento giusto, mi sono presentato”.

Balsamo si è accorto, frequentando la zona, che molte cose non funzionavano e che erano di intralcio anche alla salumeria di Ciro: marciapiedi rotti, ambulanti che impedivano il passaggio, un’enorme cancellata che imprigionava proprio quel lato della Duchesca. Così, il Comune si è attivato: “Abbiamo tolto quel cancello che veniva utilizzato dalla criminalità come nascondiglio illegale – spiega il collaboratore del sindaco – abbiamo sistemato delle piante per evitare i parcheggi sul marciapiede e riparato le buche. In sei mesi abbiamo realizzato cose che non si sono realizzate in anni. Ora stiamo iniziando un progetto per la riqualificazione della zona con il rifacimento di marciapiedi e altro”.

Per “salvare” Ciro è tardi, ma forse non per la sua bottega. Balsamo, infatti, ha rivelato che il salumiere aveva intenzione di lasciare il suo negozio ai ragazzi che collaboravano con lui: “Ciro voleva già andare via e avrebbe aiutato i ragazzi che collaboravano con lui lasciando loro il negozio, infatti, ci ha chiesto aiuto per il cambio di licenza. Insomma si chiude oggi e si doveva riaprire a settembre, sempre con una salumeria che fa panini. Ma adesso tutto questo clamore mediatico ha impaurito i ragazzi che mi hanno chiamato spiegandomi che ci stanno ripensando”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più