Concorsi truccati, Cantone: “Piano anticorruzione per le Università”

Il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, ai microfoni di Repubblica ha parlato dello scandalo dei concorsi truccati all’Università, ponendo l’attenzione sull’urgenza di elaborare un piano che protegga il sistema universitario da questo genere di meccaniscmi: “Stiamo lavorando con il ministro Fedeli a uno specifico focus del Piano anticorruzione sull’università che, come sempre, punterà sulla prevenzione, con l’istituzione di responsabili anticorruzione presenti in ogni ateneo”.

Il piano che sta studiando il Governo servirebbe ad aiutare l’accademia italiana a conservare la propria autonomia. “Anche le persone con più capacità, a volte, per sopravvivere devono sottoporsi a pratiche umilianti continua Cantone -. I pochi posti disponibili creano una competitività estrema che può spingere alcuni a mettersi in cordata. Fino al dottorato il percorso è naturale, dopo, nella carriera universitaria, si crea un imbuto stretto che genera il fenomeno della fuga dei cervelli e può alimentare corruzione”.

Potrebbe anche interessarti