Giovane coppia morta nell’incendio: lui gran lavoratore, lei solare e dedita alla casa

Non è stata la stufa a gas a causare l’incendio nell’abitazione di Qualiano, dove ha perso la vita una giovane coppia. Probabilmente c’è stato invece un conto circuito di una presa elettrica situata vicino al divano da cui poi sono divampate le fiamme. A riferire questo particolare è Il Mattino che spiega chi era la giovane coppia che ha perso la vita nella propria casa.

Lui, Mimmo Ciancio, era un carrozziere e lavorava nella ditta del padre. Lei, Rosaria Caradente, era casalinga e si occupava a tempo pieno dei suoi due figli nella mansarda in cui viveva con il marito da quando si erano sposati. Al piano di sotto invece vivevano i genitori di lei.

Solo il caso ha voluto che quella notte i due bambini si trovassero altrove: la ragazzina più grande dormiva da un’amica mentre il bambino di 10 anni era dai nonni. Una donna racconta: “Con Rosaria ci vedevamo spesso al supermercato, era una donna solare, amante della casa, dei figli e innamorata del marito. Non ho parole”.

Le persone che li conoscevano parlano di una famiglia normale, serena, brave persone, lui lavoratore, lei dedita alla famiglia. In una notte le fiamme hanno portato via Mimmo e Rosaria e ora i nonni dovranno proteggere i nipoti da questa grande tragedia che li ha colpiti.

Potrebbe anche interessarti