Ragazzo pestato alla stazione di Pompei: condannato il capo del branco

Fu picchiato brutalmente il 25 novembre scorso alla stazione di Pompei da un gruppo di uomini, costringendolo ad un intervento al volto: è stato condannato il capo del branco L.F. a 6 anni e 8 mesi di carcere, come si legge su cronachedellacampania.it. Per il 33enne P.M. la pena che dovrà scontare è di 2 anni e mezzo perchè è stata accolta la richiesta di patteggiamento.

Gaetano, 22 anni, fu aggredito da quattro uomini, di cui due minori di 15 anni. L’aggressione fu violenta e senza un motivo apparente. La vicenda fece molto scalpore e lo stesso 22enne andò in tv per raccontare i fatti denunciando anche la mancanza di intervento da parte dei dipendenti della stazione della Circumvesuviana.

I quattro aggressori furono poi individuati grazie alle telecamere di sorveglianza e alla descrizione fatta dal 22enne.

L.F. è accusato di aver guidato il gesto e quindi di aver aizzato gli altri tre contro Gaetano, per questo la sua pena è maggiore. Il 33enne inoltre è accusato anche di uno scippo avvenuto a bordo di un treno della Circumvesuviana a Vico Equense qualche giorno prima dell’aggressione.

I minorenni sono stati trasferiti in comunità e poi affronteranno il processo al Tribunale dei minori.

Potrebbe anche interessarti