Video. Cardito, un abitante: “Tony un bravo ragazzo, non ha mai picchiato il bambino”

Cardito – Una tragedia che colpisce i cuori di tutti quella dell’uccisione del piccolo Giuseppe da parte del patrigno, che sarebbe morto a soli 7 anni per aver rotto un lettino. Sono tanti i fiori e i pupazzi fuori casa per portare un proprio pensiero verso il piccolo. Le indagini proseguono anche sulla madre, la cui posizione ancora non è chiara in questa vicenda.

Eppure c’è tanta incredulità nel paese per come sono andati i fatti. Se da un lato c’è chi dichiara che non era la prima volta che il piccolo Giuseppe subiva maltrattamenti e percosse, dall’altro lato c’è chi non ci crede che Tony avrebbe potuto commettere un tale gesto.

Noi di Vesuviolive.it abbiamo raccolto la testimonianza di un signore che conosceva Tony e la sua famiglia, secondo lui tutte brave persone.

Lo conosco da piccolino, non lo perdono ma non ci credo. Lo conoscevo da bambino, tutti e cinque fratelli. Non è mai stato aggressivo con i bambini. Non so cosa gli sia passato per la testa.

Tra le ipotesi sul terribile gesto c’è stata anche una possibile difficoltà economica che avrebbe potuto esasperare Tony.

Tony aveva problemi economici, ma come tutti noi nel 2019. Sì, aveva precedenti, penali però non era una persona cattiva. Valentina non la conosco, stava qui da un anno e mezzo. Non è vero che il bambino è stato picchiato per strada e che ci siano denunce, non è vero. Io non ho mai visto niente, se è successo in casa non posso saperlo.

VIDEO COMPLETO:

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più