Video. Blatte al Vecchio Pellegrini, la direzione sanitaria: “Si tratta di sabotaggio”

Una colonia di blatte è stata filmata mentre “passeggiava indisturbata” in un bagno dell’ospedale Vecchio Pellegrini. Continua così la “collezione” di insetti negli ospedali napoletani sempre più al centro di vicende di malasanità. Vicende che ormai vanno avanti da tempo e che recentemente hanno portato alla nomina del commissario Ciro Verdoliva all’Asl Napoli 1, con lo spodestamento di Mario Forlenza tirato dalla Regione fuori dal vortice delle polemiche.

L’ex numero uno del Cardarelli proprio qualche giorno fa ha effettuato un sopralluogo a sorpresa al Pellegrini, ma al momento quel suo “non resto dietro la scrivania” viene tragicamente macchiato da un nuovo caso di “corpi estranei” in ospedale. Un blitz lo aveva effettuato la settimana scorsa anche il ministro Grillo che nell’occasione elogiò i medici e le strutture, ma si lamentò della grande affluenza di pazienti.

Tornando alle blatte, il video è stato girato nella serata di ieri, martedì 12 febbraio 2019, e diffuso dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. L’episodio ha subito allarmato la direzione dell’ospedale che ha allertato i Nas per un fatto “molto grave“. Chi o cosa c’è dietro a questa colonia di blatte? La direzione sanitaria del nosocomio è convinta che si tratti di sabotaggio alla sanità campana che se confermato sarebbe “un fatto estremamente inquietante, da chiarire attraverso un’indagine giudiziaria“.

Il consigliere, però, non esclude che si possa trattare di “un’infestazione dovuta a negligenza” ed anche in questo caso  “saremmo di fronte ad un fatto altrettanto grave, con responsabilità che andrebbero punite con la massima severità“. “Al di là – conclude Borrelli – delle eventuali indagini giudiziarie, abbiamo chiesto l’avvio di un’inchiesta interna e la bonifica dei locali. Sabotaggio o meno, occorre sanificare l’area”.

Ovviamente è tutto fermo, c’è da indagare, e la croce non può essere gettata addosso al neo commissario Asl, ma visto che sono cambiati gli uomini, in molti auspicano che presto cambino anche i fatti. L’Asl fa sapere che già nella serata di martedì ha sporto denuncia per il fatto, con il commissario Verdoliva che ha dichiarato: “Episodi simili non fanno altro che aumentare la nostra determinazione e non potranno in alcun modo distrarci dall’obiettivo che ci siamo prefissi: restituire dignità all’ASL Napoli 1 Centro e riconquistare la fiducia dei cittadini/pazienti. Avere una ASL che funziona significa dare dignità ai pazienti nonostante la sofferenza della malattia”.

Potrebbe anche interessarti