Napoli. Sequestrato il “kit per le stese”: com’è fatto

Carabinieri di Napoli

Scoperto dai Carabinieri di Napoli un kit assortito per mettere in atto le stese criminali. Tutti materiali utili non solo per colpire ma anche per difendersi da possibili ferite. Infatti al suo interno sono stati trovati: un berretto imbottito per evitare le schegge dei colpi di pistola, giubbotti antiproiettile, cartucce e fondina.

Tutto questo è stato scoperto a seguito del maxi arresto dei 30 affiliati del clan Sequino nel Rione Sanità avvenuto lunedì 18 febbraio. Dalla perquisizione degli appartamenti, gli agenti hanno fatto questa scoperta del kit, il quale era anche ben nascosto in una mansarda tra armadi vecchi e impolverati.

Un kit ad hoc studiato alla perfezione. Infatti il berretto anti-schegge non è altro che un tipico cappellino da baseball imbottito di sabbia per renderlo più resistente alle schegge causate da colpi di arma da fuoco.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più