Scavi di Ercolano, record di presenze per il weekend di Pasqua: 12mila visitatori

Scavi ErcolanoErcolano macina un successo dopo l’altro: dopo la grande affluenza della Via Crucis presieduta dal Cardinale Sepe, il sito archeologico vesuviano ha registrato nel weekend di Pasqua, dal 19 al 22 aprile, un boom di presenze, bel 12mila. Numeri da capogiro.

Merito di quest successo è sicuramente la gestione del direttore del Parco Archeologico Francesco Sirano, che sta portando avanti tante iniziative per attirare sempre maggiore pubblico: mostre, visite speciali ai restauri, aperture serali e non da ultimo la riapertura dopo anni del Teatro Antico di Ercolano.

Si legge su Repubblica.it: “Sono orgoglioso di annunciare questi numeri, – dichiara il Direttore Francesco Sirano – dietro ad ognuna di queste presenze c’è grande impegno da parte di tutto il personale che ringrazio per il generoso impegno che quotidianamente assicura nell’adempimento dei compiti affidati e per il senso di appartenenza dimostrato. La direzione intrapresa è quella della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, nell’interesse dei cittadini residenti in questi territori e dei turisti che possano portare con sé l’esperienza di visita di un importante sito Unesco dell’area vesuviana”.

La Mostra SplendOri ha sicuramente contribuito ad attrarre turisti e visitatori: dedicata ai monili in oro appartenuti agli antichi abitanti di Ercolano,  si terrà nell’Antiquarium del Parco fino al 30 settembre. Dal 19 aprile invece inaugura “Close-up Restauri a porte aperte” dove ogni venerdì mattina dalle ore 11 alle ore 12 i visitatori del Parco potranno accedere ai cantieri di restauro in corso nell’area archeologica. Per il 26 aprile, in particolare, è previsto l’accesso al Sacello degli Augustali.

Tra le altre cose, il Parco ha pubblicato un avviso rivolto ad Enti del Terzo Settore, per la presentazione di manifestazioni di interesse per la concessione del Parco Amedeo Maiuri per la realizzazione di attività di coinvolgimento del pubblico, di valorizzazione culturale ed eventi di alto profilo scientifico, al fine di rendere il Parco sempre più accogliente e vivace nella sua proposta di divulgazione.

L’idea è di stilare un calendario di eventi culturali e scientifici che si integreranno con l’offerta del Parco per offrire una proposta sempre più ampia e diversificata.

Ricordiamo che il Parco Archeologico di Ercolano resterà aperto regolarmente nei giorni del 25 aprile e 1° maggio.

Potrebbe anche interessarti