Cibo scaduto e sporcizia in Sushi bar e ristoranti etnici: uno su due non è a norma

Non è molto rassicurante il risultato dell’ultimo controllo effettuato dai Nas sui ristoranti etnici. In Italia, quasi uno su due non rispetta le normative. 

Su ben 500 strutture controllate (ristoranti, bar, negozi all’ingrosso) in tutta la Penisola, ben 242 presentano delle irregolarità. L’incidenza maggiore è stata registrata nei ristoranti con formula “All you can eat” (in soldoni: “per un tot. di euro mangi ciò che vuoi”). In una buona parte di questi ultimi, i Nas hanno riscontrato fenomeni come: l’utilizzo a iosa di cibi scaduti, scongelati e ricongelati, mancato rispetto delle norme igieniche, importazioni vietate e tanto altro. Il nucleo investigativo ha dovuto inoltre chiudere o sospendere circa 22 attività e sequestrare circa 128 tonnellate di cibo.

Sulla vicenda, è intervenuta il Ministro della Salute, Giulia Grillo. La rappresentante dell’esecutivo ha infatti commentato che: “Ben vengano le cucine etniche, a tutti piace il sushi, ma ‘All you can eat’ non può fare rima con rischio di intossicazione alimentare: le regole valgono per tutti. Non si mette a rischio la salute dei cittadini con pratiche illegali per mantenere i prezzi stracciati”.

Questa non è una buona notizia per la cucina etnica che, dopo le sue prime sperimentazioni, sembra ormai esser diventata un fenomeno consolidato in Italia.

Potrebbe anche interessarti