Gruppi WhatsApp per pedofili: 51 indagati in tutta Italia. Tra loro anche napoletani

pedofiliaVi è stata una maxi-operazione contro la pedopornografia, da parte della Polizia Postale di Catania. L’indagine abbraccia però tutta Italia e tra gli indagati figurano anche dei Napoletani. 

Le indagini sono iniziate a seguito della denuncia della madre di un adolescente, la quale aveva notato dei messaggi sospetti sul cellulare di suo figlio.  Parliamo di vere e proprie immagini erotiche, le quali erano scambiate in due gruppi WhatsApp. All’interno di quest’ultimi (denominati nello specifico “Tana della Luna” e “scoobyDank”) , vi erano anche diversi adulti; dei pedofili senza scrupoli che approfittavano della situazione. 

Gli indagati sono 51, mentre sono circa 300 le persone partecipanti i gruppi, le quali sono state identificate. Queste persone provengono da numerosissime città d’Italia: da Torino a Ragusa, da Bari a Milano a Napoli. Una rete lunghissima di perversione che non fa più tanto rumore ormai, dato che non è il primo caso di condivisione di immagini e video pedopornografici online. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più