Perde il portafogli con mille euro nel Mercato di Resina ma..

mercato-di-pugliano

La città di Napoli non è nuova a storie del genere. Negli ultimi mesi ci siamo ritrovati spesso a raccontare storie di orgoglio ed onestà, a dispetto di chi vuole a tutti i costi riportare un’immagine parziale e limitata del popolo partenopeo. Storie di onestà, dicevamo, come quella raccontata da IlMattino accaduta ad Ercolano, nello storico mercato di Resina dove alcuni commercianti hanno ritrovato un portafogli con mille euro, restituendolo al legittimo proprietario.

Nel cuore dell’oramai noto mercato di Resina tre commercianti hanno ritrovato in una giacca in vendita, il portafogli di una studentessa americana della Northeastern University di Boston in vacanza-studio a Roma. Allie, questo il nome della giovane, dopo essere stata in gita ad Ercolano per una visita agli Scavi e al Vesuvio, ha pensato bene di fare un giro nel celebre “Mercato delle Pezze” dove, dopo aver misurato una giacca in vendita tra gli abiti usati, ha dimenticato in una tasta dell’indumento il portafogli con all’interno circa mille euro.

I proprietari del banco, Raffaele Cozzolino, Salvatore e Gennaro Borrelli, dopo aver ritrovato il portafogli con tanto di soldi, documenti e carte di credito, hanno avviato una vera e propria ricerca su Facebook, reperendo notizie della proprietaria dai numeri di telefono contenuti all‘interno del borsello.

Dopo qualche ora i tre si sono messi in contatto con la ragazza che, dopo aver lasciato l’indirizzo di un hotel di Roma, si è vista recapitare in tempi record il portafogli assolutamente intatto. Per ringraziare gli uomini del nobili gesto, Allie ha detto loro di tenere 50 euro ma, a sorpresa, i commercianti hanno rifiutato dichiarando ai microfoni de IlMattino.it: «Lo abbiamo fatto – spiegano – perché ci sembrava giusto, non perché in cerca di ricompense. Siamo felici di aver aiutato una ragazza e di aver dimostrato che al mercato di Resina lavorano commercianti onesti».

La studentessa si è detta particolarmente colpita dal gesto: ” Del mio viaggio in Italia porterò nel cuore Ercolano e la gentilezza della sua gente. Spero di ritornare a Ercolano e la prima cosa che farò sarà passare al mercato, per ringraziare dal vivo le persone che mi hanno aiutato quando ero in difficoltà, a migliaia di chilometri da casa“.

Antonio Cervero, presidente della cooperativa Mercato di Resina che raggruppa una ventina di negozi della zona ha raccontato: «Solo pochi giorni fa, un caso analogo a quello della giovane americana si è verificato con una donna di La Spezia. Anche il quel caso, siamo riusciti a contattare la persona che aveva perso il portafogli e le abbiamo spedito tutto. Questa parte di Ercolano, purtroppo, viene spesso associata per episodi di cronaca nera e per storie di degrado. Con la nostra cooperativa, stiamo portando avanti un piano di recupero per il mercato e per l’intero territorio. Sono state regolarizzate tutte le attività ed ogni negozio è dotato di registratori di cassa e di tutte le licenze necessarie».

Potrebbe anche interessarti