La piccola Diana in cerca di un midollo: l’appello del papà ai napoletani

Napoli – Nella giornata del prossimo sabato 6 luglio, i genitori della piccola Diana allestiranno dei gazebo a Piazzale Tecchio.

La piccola Diana ha 6 anni e soffre di aplasia midollare di grado severo. Una malattia rarissima che colpisce solamente 2 persone su 1 milione. Il fato è nefasto, ha attaccato Diana. La bimba ora ha bisogno di un trapianto di midollo. Un trapianto che in realtà doveva avvenire nelle scorse giornate. Purtroppo però la donatrice all’ultimo momento ha ritirato la sua volontà.

Per questo motivo sabato di fronte allo Stadio San Paolo (messo a nuovo per le Universiadi) verranno allestiti dei gazebo dall’Admo, l’Associazione donatori di midollo osseo, per il prelievo dei tamponi salivari. Il papà di Diana spera nella solidarietà dei napoletani, ma anche dei tanti turisti in città per via dell’evento sportivo. Non a caso è stato un scelto un luogo dove si prospetta una grandissima affluenza.

D’altronde anche la piccola Diana ama lo sport. Nonostante i soli 6 anni è un’amante dei cavalli e dell’equitazione. Il papà racconta infatti di come sia diventata la mascotte di una scuderia di Agnano.

Insomma sport e vita non sono mai stati così intrecciati. Ci auguriamo che sabato prossimo possa portare delle buone nuove notizie a tutta la famiglia.

Queste le parole del papà della bimba riportate da Ansa: “Mi rivolgo ai napoletani che in altre circostanze hanno dimostrato la loro solidarietà ma soprattutto alle migliaia di giovani da tutto il mondo che sono in città per i Giochi. Sono loro i potenziali donatori.”

Potrebbe anche interessarti