Universiadi 2019 a Napoli: come sono andati gli ascolti in tv

san paolo universiadiSul sito di Davide Maggio sono stati pubblicati i dati Auditel proprio pochi minuti fa sugli indici d’ascolto della giornata di ieri.

Come tutti sapranno, ieri, 3 luglio 2019, c’è stata la cerimonia inaugurale delle Universiadi, una manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo, seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza. Tale cerimonia inaugurale è stata trasmessa dallo stadio San Paolo in diretta su Rai 2 alle ore 21:00.

La cerimonia di apertura delle Universiadi 2019, ha ottenuto il quarto posto in termini di indici d’ascolto e ha interessato 1.420.000 spettatori pari all’8.4% di share.

Le trasmissioni che hanno riscosso più successo rispetto alle Universiadi sono state “Manifest”, trasmessa su Canale 5 che ha raccolto davanti al video 2.567.000 spettatori pari al 14.5% di share, seguita da “Chi l’ha Visto?”, in onda su Rai 3 che ha raccolto davanti al video 1.791.000 spettatori pari ad uno share del 10.8% e “SuperQuark”, la cui puntata di ieri è stata trasmessa su Rai 1. Piero e Alberto Angela hanno conquistato 1.828.000 spettatori pari al 10.4% di share.

Pur non avendo ottenuto un altissimo indice di ascolti rispetto ad altri programmi tv, la cerimonia di apertura delle Universiadi 2019 ha raggiunto comunque un buon traguardo, anzi un buon punto di partenza, trattandosi solo della prima giornata, nonostante la concorrenza delle altre trasmissioni come “SuperQuark” e “Chi l’ha visto?”, programmi che hanno sempre ottenuto indici molto alti di ascolto.

Per vedere gli ascolti degli altri programmi che sono andati in onda il giorno 3 luglio, vi basterà cliccare qui.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più