De Luca contro Di Maio: “Mandato zero ennesima palla. Voglio confronto con lui”

Il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Vincenzo De Luca, è tornato all’attacco dei Cinquestelle e delle loro politiche per il Paese. Già in passato infatti, il politico salernitano si era dimostrato molto critico nei confronti della parte gilla del nostro Esecutivo.

Invito Luigi Di Maio – ha detto il Presidente De Luca – ad affrontarmi in un dibattito pubblico nella radio che vuole lui, nella televisione che vuole lui, nella redazione che vuole lui. Sono quattro anni che lo invito ma è abituato a parlare da solo. Faccio pubblicamente la richiesta di un tavolo pubblico per la vertenza che riguarda la Campania”.

Nei giorni scorsi, aveva fatto molto discutere la mancata assunzione dei navigator campani, da parte della propria Regione di appartenenza. De Luca ha voluto affrontare anche questo tema caldo, dicendo che: i navigator sarebbero solo ulteriore precariato. A loro dico di iscriversi al concorso della Regione che è pulito, trasparente e non gestito da noi. Questi giovani potranno trovare un lavoro stabile e non un lavoro di clientela. Chiediamo, inoltre, l’abolizione della norma che consentirebbe a questi giovani di lavorare in proprio e di prendere anche lo stipendio come navigator. Non dico come sono stati selezionati, prima delle Europee…”

Il mandato zero è l’ennesima palla prodotta dal pinguino – ha concluso il Presidente De Luca – Hanno tradito tutto ciò che hanno promesso dieci anni fa. Si ai condoni fiscali ed edilizi, ai vaccini, alla Tav; hanno detto che si sarebbero fermati a due mandati ed ora, invece, perchè devono mantenere i loro parlamentari si sono inventati quest’altra cialtroneria insieme all’altro pinguino Toninelli. Vorrei interloquire con i nostri cittadini che avevano sperato nel M5S perchè ormai, questi pinguini sono in caduta libera“.

Insomma, i toni non sono stati dei migliori. Queste sono solo le ultime critiche che De Luca riserva ai Cinquestelle, i quali hanno poi sempre risposto. Attendiamo la replica del Ministro luigi Di Maio.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più