Video. Rogo di immondizia, la denuncia dei Verdi: “Nel cumulo anche rifiuti speciali”

Nella giornata di oggi, gli abitanti di Napoli e dintorni non sembrano avere un minuto di tregua. Dopo il grave incendio di Bagnoli, da poco domato, i Verdi hanno denunciato un rogo di rifiuti a Piazzolla di Nola. Come se il fatto non fosse già grave in sé, sembra che ci fossero anche rifiuti speciali nel cumulo.

Ci è stato segnalato un rogo di immondizia a Piazzolla di Nola. Secondo quanto ci è stato reso noto sarebbero stati dati alle fiamme anche rifiuti speciali“, denuncia il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, ai quali vanno i nostri ringraziamenti“.

L’intervento tempestivo dei pompieri, tuttavia, non basta ad annullare i danni causati da un rogo di rifiuti. “Si tratta di un atto criminale, un vero e proprio attentato alla salute dei cittadini“, commenta ancora Borrelli. “Da tempo denunciamo che i roghi di rifiuti continuano ad essere uno dei problemi più stringenti ed attuali dei nostri territori”.

Non possiamo dare torto al consigliere regionale dei Verdi, ricordando soprattutto i recenti roghi tossici nelle campagne del Napoletano, probabilmente incitati dai ritardi nella raccolta dei rifiuti. Il fenomeno era stato segnalato dallo stesso Borrelli, che adesso lancia un avvertimento a tutta la popolazione di Napoli e dintorni

Chi crede che il fenomeno si sia arrestato si sbaglia di grosso. Si tratta di un vero e proprio dramma tenendo conto che questi atti finiscono per aumentare in maniera vertiginosa le percentuali delle patologie oncologiche sulla popolazione“.

Un fenomeno a dir poco preoccupante, quello dei roghi tossici, soprattutto se si aggiunge agli alti livelli di inquinamento generale di cui è vittima la nostra città. “Abbiamo inviato una segnalazione all’Arpac chiedendo di intervenire per misurare i livelli di inquinamento dell’etere”, dichiara a questo proposito Borrelli. “Occorre sapere come hanno impattato i fumi generati dal rogo sulla salubrità dell’aria“.

Potrebbe anche interessarti