Incontro fra M5S e PD: “Clima positivo e costruttivo”, ma Salvini attacca

Roma – Pochi minuti fa si è conclusa la prima riunione fra i gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle e del Partito Democratico per la nascita di un governo giallo-rosso. Ieri, al termine delle consultazioni, il Presidente Mattarella aveva invitato le varie forze politiche a trovare velocemente una soluzione decisa.

“La riunione si è svolta in un clima positivo e costruttivo, che ci fa ben sperare sulle prospettive”. Lo afferma il capogruppo Pd Andrea Marcucci al termine dell’incontro con la delegazione M5S. “C’è stato un clima costruttivo. Il M5S ha posto sul tavolo il taglio dei 345 parlamentari, per noi è un punto fondamentale e propedeutico. Servono garanzie su questo aspetto”. Confermano fonti del M5S.

Il vicesegretario del Pd Andrea Orlando ha affermato: “Abbiamo chiesto al M5S che questa interlocuzione sia l’unica come condizione per affrontare gli ulteriori punti, che affrontati, a livello preliminare non presentano ostacoli insormontabili. Loro riconoscono questa esigenza di chiarezza e ci hanno riferito che la riporteranno”.

Alessandro Di Battista, frontman del Movimento, ha scritto su Facebook un post in cui esalta la posizione dei pentastellati nel panorama politico attuale: “Il Movimento 5 Stelle ha oggi un potere contrattuale immenso. Tutti ci cercano. Ho visto nuove aperture della Lega al Movimento e mi sembra una buona cosa. Soprattutto perché non mi dispiacerebbe un Presidente del Consiglio del Movimento 5 Stelle. Ho visto inoltre porte spalancate da parte del PD”.

Di Battista, quindi, non chiude definitivamente con la Lega. Salvini anche continua chiedere nuovamente il dialogo con i 5 Stelle. Richiesta ripetuta anche in un’ultima diretta social:Veramente volete portare al governo il partito di Bibbiano? Le porte e le vie della Lega sono infinite pur di evitare un esecutivo con Renzi”.

Potrebbe anche interessarti