Il ritorno del “pezzotto”: partite di calcio online grazie a un link

Pirateria pezzotto sky

Sono passati soltanto pochi giorni da quando una maxi operazione della Guardia di Finanza, denominata Eclissi, ha messo in ginocchio il sistema del “pezzotto”. Cinque milioni di utenti in tutta Europa, 700mila solo in Italia, per un giro di affari di svariati milioni di euro al mese.

I pirati, tuttavia, non si sono dati per vinti ed hanno ideato un nuovo sistema per poter guardare gli eventi sportivi senza pagare un regolare abbonamento. Attraverso una nota applicazione di messaggistica, infatti, è stato diffuso un link che gli utenti potevano aprire per guardare le partite di calcio e non solo.

Quest’anno, tuttavia, la guerra al pezzotto e alla tv in streaming pirata non conosce sosta. Federazione, Lega Calcio e le pay TV sono compatte verso lo scopo di debellare il fenomeno che è sempre più diffuso. In sensibile calo sono, infatti, i ricavi delle televisioni (ma in questo senso gioca anche una Serie A sempre più noiosa e a senso unico) e dunque, in prospettiva, anche i ricavi del mondo dello sport, che vede nei diritti televisivi la fonte principale di reddito.