Rischio frana a Sarno: evacuate 200 persone. Il sindaco: “Territorio fragile”

frana sarno

L’ondata di maltempo che sta attraversando l’Italia ha fatto scattare l’allarme in alcuni Comuni della Campania. In particolare il sindaco di Sarno ha ordinato in via precauzionale l’evacuazione dei residenti dell’area pedemontana.

Il provvedimento, scattato alle ore 8 di questa mattina, ha riguardato circa 200 persone trasferite in una scuola media. Una decisione fatta per la sicurezza e l’incolumità dei cittadini. Infatti domenica notte le strade del centro storico sono state invase da fango e detriti venuti giù dal versante del monte Saretto. Per evitare un caso analogo, dato le abbondanti piogge e il forte vento, si è deciso di ordinare l’evacuazione a scopo precauzionale. Anche perché negli occhi del primo cittadino ci sono ancora le immagini dell’alluvione che colpì Sarno nel ’98. 160 le vittime di cui 130 solo nei comuni salernitani e 3 mila gli sfollati. Uno dei peggiori disastri naturali della storia.

Questo il provvedimento:

“In via precauzionale, alla luce di quanto accaduto la scorsa notte, con scivolamento a valle di fango e detriti dal versante del monte Saretto colpito dall’incendio dello scorso 20 settembre. Ed in virtù dell’avviso diramato dalla Protezione Civile della Regione Campania, con criticità arancione e peggioramento delle condizioni meteorologiche con rovesci temporaleschi di forte intensità (dalle ore 12 di domani e per le successive 24 ore). Il sindaco, Giuseppe Canfora, ha ordinato l’evacuazione dei residenti dell’ area pedemontana nella mattinata di domani, 5 novembre 2019. Una misura di previsione e prevenzione resasi necessaria per garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini che saranno accolti in strutture di sicurezza.

 Si sta già provvedendo in queste ore ad informare la popolazione interessata con l’aiuto degli uomini della polizia municipale. È stata già predisposta anche la chiusura delle scuole. La scuola media Baccelli sarà attrezzata per l’accoglienza. Mezzi di supporto e soccorso, volontari aiuteranno i residenti nelle operazioni di evacuazione. Le aree interessate sono: Via Pietro Nocera, Vicolo Orefice, Via Mortaro e vicoli adiacenti, Vicolo San Martino, Vicolo Tre Corone”.

Il sindaco Giuseppe Canfora, con un post su Facebook, esprime solidarietà ai cittadini:

“So bene cosa significhi lasciare la propria casa, ma in questo momento è necessario. Queste ore passeranno in fretta, ci sarà supporto per tutti. Siamo sul territorio per aiutare tutti. Sono vicino ai miei concittadini, ai bambini, agli anziani, ai disabili. Vi sono vicino prima come uomo e, poi, come sindaco. La nostra storia ci ha insegnato a non sottovalutare certe situazioni, ad avviare tutte le misure precauzionali del caso.

Purtroppo, l’incendio di settembre ha reso ancora più fragile il nostro territorio. Un atto criminale, ignobile, che non smetterò di condannare in ogni sede possibile, perché contro la nostra città che ha pagato con la vita di 137 persone gli scempi all’ambiente. Lavoriamo sulla sicurezza, su previsione e prevenzione, il nostro impegno come amministrazione è costante e continueremo a chiedere pene severe contro chi mette in pericolo la vita dei nostri concittadini. Restiamo uniti. Anche ora, soprattutto ora”.

Ad aiutare gli abitanti di Sarno anche la Croce Rossa Italiana.

Anche a Napoli nella giornata di ieri si sono registrati forti disagi causati dal maltempo con alberi caduti e strade invase all’acqua.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più