Dopo la morte di Rosaria, muore anche la mamma. “Continueremo la battaglia per avere giustizia”

È trascorso quasi un anno e mezzo dalla morte di Rosaria Lobascio, avvenuta dopo un intervento chirurgico. Ora è morta anche la mamma di Rosaria, appena due giorni fa, per un tumore.

Dopo l’indagine sulla morte di Rosaria che ha coinvolto 11 medici, si attendono sviluppi dal Tribunale. Questo è stato l’ultimo pensiero di Carmela, la mamma di Rosaria. “Continueremo la battaglia per avere giustizia per Rosaria anche in nome di Carmela, anzi sarà un motivo in più“, sottolinea l’avvocato Angelo Paladino.

Rosaria aveva solo 22 anni quando fu sottoposta lo scorso anno ad un’operazione, presso l’ospedale di Curteri, di gastrectomia verticale parziale, che consiste nella riduzione della capacità dello stomaco permettendo un’assimilazione diversa del cibo. “Fu dimessa nonostante – ricorda l’avvocato a IlMattino – avesse dolori. Vomitava e non stava bene”.

Allo stato attuale sono undici i medici indagati, la cui accusa è di omicidio colposo. Nove lavorano nell’ospedale Fucito di Mercato San Severino ed hanno assistito e operato la ragazza. Gli altri due lavorano in quello di Polla, dove Rosaria fu visitata in pronto soccorso e poi dimessa.

A casa avvertiva ancora continui dolori. I genitori la riportarono all’ospedale di San Severino dove fu sottoposta a un intervento chirurgico d’urgenza e poi trasferita in rianimazione dove, dopo poche ore, avvenne il decesso. Furono in seguito sequestrate le cartelle cliniche di Mercato San Severino e il referto del pronto soccorso dell’ospedale di Polla.

Potrebbe anche interessarti