Black out Wind. Il via alla richiesta di risarcimento, ecco come fare

wind-infostrada

Nei giorni scorsi gli utenti Wind e Infostrada hanno subito notevoli disagi di comunicazione a causa di un problema per l’operatore telefonico.

Per quasi tutta la giornata del 13 Giugno è stato non solo impossibile comunicare telefonicamente ma anche utilizzare la rete internet. Ovviamente questo blocco delle comunicazioni, ha creato diversi problemi a chi con la rete internet e il telefono ci lavora, così le aziende per la difesa dei consumatori chiedono il risarcimento per i danni causati.

“L’azienda deve subito predisporre indennizzi automatici in favore di tutti i propri clienti, e per chi ha un account di posta elettronica con Libero, ferma restando la possibilità, per chi ha subito danni maggiori, di rivalersi in tribunale sulla compagnia telefonica. Se non verranno accolte le nostre richieste, sarà inevitabile un’azione collettiva contro Wind Infostrada alla quale potranno aderire tutti gli abbonati della società e tutti gli utenti della mail Libero”, queste le parole del presidente del Codacons Carlo Rienzi, sul sito internet Codacons è già apparso il link che indirizza tutti gli utenti a chiedere il risarcimento, una maxi richiesta attraverso l’associazione Utenti dei servizi radio televisivi. “L’associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi sta preparando una maxi richiesta di risarcimento danni da presentare all’azienda colpevole di aver isolato, pressoché totalmente, tutti i suoi clienti per l’intera, o quasi, giornata di venerdì 13 giugno, dovranno essere risarciti 3 milioni di utenti di telefonia fissa, almeno altrettanti titolari di sim e un numero non ancora ben precisato di clienti con casella di posta elettronica @libero.it”.

Sui social network ironicamente si scatenano le lamentele #Windown, #Infostradadown, mente anche Altroconsumo non esclude la possibilità di una class action.

 

Potrebbe anche interessarti