Coronavirus, a Napoli 12 casi su 22. De Magistris: “Se chiudo le scuole, devo chiudere tutto”

coronavirus napoli scuole

Nonostante i casi di coronavirus registrati a Napoli, oggi le scuole sono regolarmente aperte. La Regione Campania quotidianamente informa sui nuovi casi positivi. Secondo l’ultimo comunicato (di ieri sera alle 20) sono 22 le persone contagiate nella nostra regione. Di queste, più della metà vengono da Napoli.

Sono 12 i positivi del capoluogo partenopeo sparsi in vari quartieri della città, dal centro storico al Vomero. Nonostante Napoli registri quindi il maggior numero di casi della nostra Regione, il sindaco Luigi de Magistris non ha disposto la chiusura delle scuole. Chiusura che invece è stata disposta in altri Comuni dove si registra appena un caso o addirittura nessuno.

Il primo cittadino ha spiegato in un post su Facebook i motivi di questa scelta:

Molti mi chiedono il perché della riapertura delle scuole. Ebbene, nei giorni scorsi abbiamo sospeso le attività scolastiche in via eccezionale per effettuare lavori straordinari di igienizzazione. Utili per abbassare la diffusione e il contagio di qualsiasi tipo di batterio (azione utile in un momento complesso come questo per la sanità). Abbiamo scelto di muoverci in questo senso per il forte senso di responsabilità, nonostante non fossimo tenuti a farlo, e infatti siamo stati i capofila nella nostra regione.

Secondo i protocolli nazionali e i protocolli scientifici consultati, la situazione al momento non è tale da spingerci ad attuare misure più drastiche, questo sia perché fortunatamente allo stato non ci sono casi gravi e sia perché i casi registrati non sono autoctoni ma circoscritti, legati a persone infette provenienti dalle zone rosse. Chiudere le scuole al momento può voler dire chiuderle fino alla fine dell’anno scolastico. Non solo, vorrebbe dire chiudere anche le metropolitane, gli uffici pubblici e privati, i locali, i cinema, i teatri e vietare qualsiasi mobilità. La paura offusca la ragione. Bisogna mantenere la lucidità, agendo comunque con il massimo scrupolo”.

Il virus infatti si trasmette per via aerea e ha poco senso quindi chiudere le scuole e far rimanere aperti uffici e negozi. La regione Campania a tal proposito dovrebbe emettere una nuova ordinanza per dare uniformità alle decisioni sul nostro territorio così come ha fatto una settimana fa quando furono chiuse, non solo a Napoli, tutte le scuole per l’igienizzazione anti-coronavirus.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più