Comune di Napoli, domande riaperte per il Buono Spesa da 300 euro: a chi è rivolto

coronavirus buoni spesa

Il Comune di Napoli mostra vicinanza alla popolazione e decide di riaprire la domanda per fare richiesta del buono spesa da 300 euro che era scaduta il 10 aprile scorso. Al momento sono giunte più di 15 mila richieste ma una fascia di cittadini è comunque rimasta fuori e non ha ricevuto il buono. Si potrà ora fare richiesta da lunedì ed entro venerdì prossimo.

Per questo l’Assessorato alle Politiche Sociali e al Lavoro rende note le ulteriori novità:

“Dalle ore 14.30 di lunedì 20 aprile alle ore 20.00 di venerdì 24 aprile abbiamo deciso, congiuntamente con i Presidenti di Commissione Maria Caniglia e Vincenzo Solombrino e grazie al lavoro straordinario dei Dirigenti Natalia D’Esposito (Welfare) e Luigi Volpe (Sistemi Informatici), di riaprire l’avviso per il bonus spesa: è rivolto ai cittadini con reddito zero e senza altra forma di sostentamento che non sono riusciti a presentare domanda nella scorsa finestra temporale.

Chiediamo al Governo di rifinanziare il fondo assegnato ai Comuni per garantire un aiuto concreto anche alle tante famiglie che sono in uno stato di profonda difficoltà economica a causa del Covid19. Un’emergenza che sta causando una pandemia non solo sanitaria ma anche sociale ed economica. Con il rifinanziamento della misura vogliamo arrivare anche, ad esempio, a coloro che hanno un reddito minimo ma che comunque non riescono a sostenersi da soli. Continua il supporto e l’assistenza alle fasce più fragili della popolazione: abbiamo deciso di utilizzare i fondi raccolti attraverso le donazioni di tantissimi cittadini, cui va il nostro più sentito grazie per acquistare beni di prima necessità e arrivare convintamente fino all’ultimo cittadino che abbia chiesto almeno un sostegno. Sempre con l’attenzione alla dignità delle persone e all’uguaglianza di trattamento. Ci crediamo e siamo certi di riuscirci.

Queste azioni aggiungono un importante tassello alla mappa delle procedure messe in campo per accompagnare e supportare i cittadini in questa fase così delicata: siamo certi di poter arrivare a tutti i cittadini in difficoltà per non lasciare nessuno indietro”.

Intanto sono stati consegnati i pin e i primi buoni spesa del Comune di Napoli sono stati già spesi da chi aveva fatto precedentemente richiesta.

Potrebbe anche interessarti