VIDEO. L’arma dei Carabinieri celebra Napoli con un filmato per le strade vuote: “Siamo mille paure ma anche mille colori”

carabinieri napoli

Un omaggio in piena regola quello fatto dall’Arma dei Carabinieri di tutta Italia alla città di Napoli. Sul profilo twitter è infatti comparso un video di poco più di un minuto in cui si vedono le forze dell’ordine impegnate nei vari controlli per le strade della città partenopea.

Come sottofondo musicale non poteva mancare la canzone di Pino Daniele, ‘Napule è’. Eloquente è infatti la scritta del tweet scelta dall’Arma dei Carabinieri:

“Come cantava Pino Daniele, a Napoli, come in tutta Italia, siamo mille paure, ma anche mille colori. E sappiamo che non siamo soli”.

Il filmato inizia con la voce di Francesca, una bambina che telefona ai carabinieri per ringraziarli del lavoro svolto.

“Pronto salve sono Francesca, chiamo da Napoli. Vi ho chiamato per ringraziarvi del lavoro che state facendo in questo periodo che non andiamo a scuola e stiamo a casa”.

Una telefonata che riprende quella che fece un mese fa Noemi, chiamando alla Questura di Viterbo.

Il filmato dell’arma dei carabinieri poi si sofferma sulle strade vuote della città partenopea. Un viaggio sulle auto delle forze dell’ordine che parte dalla caserma e arriva a mostrare le bellezze di Napoli. Da Piazza del Plebiscito a Piazza del Gesù, passando per il lungomare con lo spettacolo del Golfo e del Vesuvio sullo sfondo. Immancabile anche lo stadio San Paolo e il Duomo con San Gennaro. Un percorso per immagini che mostra l’attività dei carabinieri e i controlli serrati fatti in città, sia via mare che per via aerea. Con l’impegno ad aiutare i bisognosi (come la Mensa del Carmine e la consegna dei tablet agli studenti) e l’omaggio ai medici. Con un finale tutto dedicato ai bambini e al loro slogan con i colori dell’arcobaleno: “Tutto andrà bene“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più