Coronavirus, bonus di 1000 euro ai professionisti: come e chi può averlo

A partire dalle ore 10:00 di questa mattina è attiva la piattaforma regionale che permette l’erogazione una tantum di un bonus di 1000 euro per tutti i professionisti/lavoratori autonomi che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività, a causa dell’emergenza Coronavirus.

Basterà registrarsi e compilare il modulo relativo all’Avviso Pubblico per l’erogazione del bonus di 1000 euro. La domanda dovrà poi essere inviata, secondo le modalità indicate, a partire dalle ore 10.00 del giorno 24 aprile 2020 fino alle ore 15.00 dell’8 maggio 2020, salvo proroghe.

Viene fornito inoltre un manuale utente molto esaustivo che mostra tutti i passaggi che vanno eseguiti al fine di ottenere i mille euro a fondo perduto, ma la procedura in realtà è molto semplice.

Basta accedere al portale della Regione Campania, nella sezione relativa, registrarsi tramite la propria pec e compilare la domanda on-line. Poi bisogna scaricare dal sistema la domanda compilata on-line con i dati inseriti, apporre sulla domanda scaricata la firma digitale personale di colui/colei che richiede il beneficio, oppure la firma autografa del richiedente sulla domanda stampata. Infine basta spedire la domanda creando un unico file pdf con la domanda firmata e la copia del documento di riconoscimento valido.

Il contributo una tantum è rivolto ai professionisti lavoratori autonomi titolari di Partita Iva che alla data del 23 febbraio 2020 hanno fatturato meno di 35.000 euro nel 2019.

Il bonus è destinato ai professionisti che devono però avere i seguenti requisiti:

  • devono essere iscritti agli ordini professionali e alle rispettive casse previdenziali, oppure alla gestione separata dell’INPS.
  • aver iniziato l’attività prima del primo gennaio 2020
  • avere sede-studio in Campania
  • avere un fatturato annuo 2019 inferiore a 35mila euro (intendendo i compensi professionali effettivamente percepiti secondo il principio di cassa al netto dei contributi obbligatori alla Cassa previdenziale e delle spese anticipate per conto del cliente-committente).

Sono esclusi dal contributo i professionisti che risultano dipendenti o titolari di pensione e i lavoratori autonomi che non esercitano attività professionale. Il bonus è cumulabile con altri incentivi a livello nazionale per il Covid-19.

La misura fa parte delle iniziative contenute nel Piano per l’Emergenza Socio Economica da 908 milioni di euro varato dalla Regione Campania per fronteggiare gli effetti della crisi prodotta dall’epidemia da COVID-19.

Potrebbe anche interessarti