Napoli, sequestrate 900 mascherine per bambini. Erano contraffatte e sprovviste di certificazione sanitaria

NAPOLI – Circa 900 mascherine per bambini sequestrate a Napoli. L’operazione condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha interessato un’attività commerciale della Zona Industriale del capoluogo partenopeo.

Come riportato dall’Ansa, i dispositivi sequestrati presentavano loghi contraffatti di personaggi di famose serie televisive e di alcuni videogames. Le mascherine erano vendute a 5 euro ciascuna, nonostante fossero del tutto sprovviste della necessaria certificazione obbligatoria di conformità sanitaria.

L’operazione è scattata in seguito ad un controllo anticovid-19 in alcuni negozi della Zona Industriale, nel corso del quale le Fiamme Gialle del 2° Nucleo Operativo Metropolitano hanno segnalato un negozio nel quale si vendevano mascherine che sembravano non a norma.

In seguito ad una serie di verifiche, si è potuto constatare che i dispositivi, oltre ad essere contraffatti, non erano accompagnati da nessuna certificazione in grado di segnalarne l’efficacia sanitaria. Le mascherine, pertanto, non avrebbero garantito nessuna protezione ai bambini contro il rischio di contagio al coronavirus.

Potrebbe anche interessarti