Campania, la nuova ordinanza: da oggi riaprono B&B, palestre e piscine

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nelle ultime ore ha firmato l’ordinanza n. 51, relativa ai servizi “non alberghieri”, piscine e palestre.

L’ordinanza contiene ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Nello specifico, a partire dalla data di oggi, 25 maggio, sono consentiti i servizi ricettivi anche “non alberghieri”. Inoltre, è consentita l’attività delle palestre e delle piscine.

Infine, viene demandata all’Unità di Crisi la redazione dei protocolli per la riapertura dei circoli culturali e ricreativi, a far data dal prossimo 28 maggio.

Stando a quanto riportato dall’ordinanza firmata dal governatore De Luca, da oggi riprenderà l’attività di bed and breakfast, affittacamere, villaggi, campeggi, case vacanze e agriturismi. Sarà possibile l’utilizzo di piscine pubbliche, adibite al nuoto e alle attività ricreative, comprese quelle inserite nelle strutture ricettive, ad esclusione di quelle con acqua di mare e termali.

Resta fermo l’obbligo del rispetto delle norme anti-contagio. All’interno delle strutture ricettive extra alberghiere va sempre rispettato il distanziamento sociale. Ospiti e personale hanno l’obbligo di indossare la mascherina. All’ingresso sarà rilevata la temperatura corporea. Intensificati gli interventi di igienizzazione.

Per palestre e piscine si privilegia l’accesso tramite prenotazione. Anche qui distanziamento e disinfezione sono fondamentali. La distanza tra persone deve essere di almeno 2 metri in palestra. In piscina, invece, di almeno 7 metri quadrati in acqua e almeno un metro e mezzo nell’area solarium se non si è conviventi.

All’interno di tali strutture si accede con la mascherina. Quest’ultima, durante l’esercizio fisico va tolta. Gli istruttori, invece, dovranno indossarla sempre, anche se non a stretto contatto con gli utenti.

Potrebbe anche interessarti