Ravello ricorda i 140 anni del passaggio di Wagner in città: evento online e lungometraggio con Preziosi e la Abbagnato

La città della musica è pronta a festeggiare il 140esimo anniversario del passaggio a Ravello di Richard Wagner. Causa coronavirus, gli eventi al momento sono sospesi per questo si è deciso di produrre un lungometraggio che racconti il legame forte tra il compositore e il Comune della costiera amalfitana. Nella giornata di oggi, in un Villa Rufolo senza pubblico, ci saranno le riprese che avranno come protagonisti l’attore Alessandro Preziosi, l’étoile Eleonora Abbagnato e il soprano Carmen Giannattasio.

A sorpresa oggi è arrivato sul set anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

“A 140 anni dalla visita di Richard Wagner a Ravello, a Villa Rufolo, nel giardino che fu luogo di ispirazione per le composizioni di uno dei più importanti musicisti di tutti i tempi, la Regione Campania, insieme alla Fondazione Ravello e al Comune, ha voluto ricordare quell’evento. Grazie alle magnifiche interpretazioni della ballerina Eleonora Abbagnato, del soprano Carmen Giannattasio, dell’attore Alessandro Preziosi, per aver rievocato oggi alcuni dei capolavori del genio di Lipsia, dando vita ad un’interpretazione unica ed originale, ancora più difficile proprio perché senza pubblico, soltanto attraverso l’ausilio della registrazione, come in un set cinematografico.

Ripartiamo con un grande evento internazionale per la promozione della nostra straordinaria identità culturale, artistica e storica. E proprio da questa grande rievocazione artistica, ci arriva anche il messaggio che il ritorno alla vita normale è possibile, sempre rispettando le regole di distanziamento e di protezione personale. La nostra parola d’ordine è “Campania Sicura”.

Questa sera, in anteprima, sul portale della Regione Campania e sulla pagina Facebook della ‘Fondazione Ravello’ sarà pubblicato un primo estratto dell’evento.

Il direttore artistico del Ravello Festival, Alessio Vlad, ci racconta cosa vedremo nel montato e il perché era necessario ricordare il passaggio di Richard Wagner a Ravello 140 anni dopo.

Un primo passo verso la ripartenza della Campania, in tutta sicurezza.

“Il governatore Vincenzo De Luca ha voluto essere presente all’inizio delle riprese del lungometraggio dedicato a Wagner che segna la ripresa delle attività culturali in Regione. Arrivato a Ravello in mattinata si è intrattenuto con gli artisti per dare un segno tangibile della vicinanza della Regione Campania al mondo dello spettacolo. A Ravello anche il corrispondente per l’Italia del Der Spiegel, Frank Hornig, che realizzerà un reportage per rilanciare la Costiera Amalfitana e la Campania in Germania. Ad accogliere il governatore, tutto lo staff della Fondazione Ravello e il Sindaco Salvatore Di Martino”. 

Come si legge sulla pagina Facebook del Ravello Festival:

“Eleonora Abbagnato, Carmen Giannattasio ed Alessandro Preziosi in Villa Rufolo per le riprese del lungometraggio in onore di Wagner. Sono cominciati stamane i lavori per l’allestimento dei set sui quali prenderà vita il lungometraggio che omaggerà il 140esimo anniversario del passaggio di Richard Wagner a Ravello.
Giornata di intenso lavoro per le maestranze che, guidate dal direttore artistico Alessio Vlad e dal regista Gino Aveta, hanno messo a punto tutti i dettagli per le riprese che caratterizzeranno tutta la giornata di domani: il 26 maggio, appunto. Eleonora Abbagnato e il coreografo Simone Valastro, nel primo pomeriggio, hanno individuato i punti di Villa Rufolo più adatti alla coreografia originale costruita sulla musica del Preludio del Parsifal; il soprano Carmen Giannattasio, chiamata a sostituire Sonya Yoncheva, e il pianista Maurizio Agostini hanno raggiunto Ravello già dalle prime ore del mattino per calarsi nell’atmosfera del giardino di Klingsor. Nel tardo pomeriggio l’arrivo di Alessandro Preziosi, ha dato il via alla prova generale.
Presente a Ravello anche il commissario della Fondazione Almerina Bove che ha colto l’occasione per salutare lo staff e continuare a lavorare sui progetti in cantiere. Il progetto è organizzato dalla Fondazione Ravello in stretta sinergia con la Regione Campania e il Comune di Ravello”.

 

 

Potrebbe anche interessarti