Coronavirus: il Ministro della salute ritiene improbabile una seconda ondata

vaccinoIl viceministro della salute Pierpaolo Sileri ha dichiarato che difficilmente ci sarà una seconda ondata di Coronavirus ma che tuttavia bisognerà prestare molta attenzione.

Gli ultimi tempi sono stati davvero molto positivi per quanto riguarda la situazione Covid. Il numero degli attualmente positivi supera di poco i 25 mila. Ci sono tutte le premesse per pensare alla fine dell’epidemia e rivedere la luce della libertà e serenità.

Non bisogna però abbassare la guardia. Se i risultati sono positivi è grazie al comportamento responsabile degli italiani che continuano a prestare un eccellente atteggiamento, anche se alcune volte sentiamo parlare di alcuni incivili.

Sileri parla anche del vaccino. Questo sancirebbe sicuramente un grosso punto a favore dei cittadini nella lotta al Covid-19, ma è pur vero che non si hanno ancora certezze sul suo arrivo che potrebbe tanto essere a settembre quanto anche ad inizio dell’anno venturo.

Queste le parole del viceministro della salute Pierpaolo Sileri a Rai Radio 1: “Torniamo finalmente a respirare, la situazione va meglio. Anche dopo le riaperture, la paura di una seconda ondata del virus non sembrerebbe esserci. Le misure vengono rispettate, dal distanziamento al lavaggio delle mani, tuttavia serve un monitoraggio attento.

Avere l’agognato vaccino contro il Coronavirus consentirà di limitare i danni. È prematuro pensare di poterlo già avere a settembre. Potrebbe arrivare per fine anno o inizio 2021. L’Italia non ha acquistato dosi di vaccino che ancora non ci sono, ma insieme con altri Paesi europei ha firmato un accordo per continuare a sostenere questa ricerca.

Potrebbe anche interessarti