“Meridionali inferiori”, Agcom diffida Rete4: “Il conduttore non si è dissociato dalle parole di Feltri”

Mario GiordanoRete4 diffidata dall’Agcom a causa delle dichiarazioni discriminatorie di Vittorio Feltri contro i meridionali. La notizia è giunta nelle ultime ore, tramite una nota dell’Autorità Garante delle Comunicazioni.

“Credo che in molti casi i meridionali siano inferiori” – queste le parole del giornalista bergamasco, rese in Tv durante la trasmissione “Fuori dal coro” condotta da Mario Giordano. Dichiarazioni che hanno subito suscitato reazioni di sdegno da parte degli abitanti del Sud e non solo.

Maurizio De Giovanni e Sandro Ruotolo si erano appellati all’Agcom presentando un esposto in cui chiedevano di prendere provvedimenti contro la Mediaset e lo stesso Feltri.

Di qui la risposta dell’Authority: “Il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha accertato la violazione del Regolamento di contrasto all’hatespeech di cui alla delibera 157/19/CONS nei confronti dell’emittente R.T.I”.

“Ciò in relazione a quanto accaduto nella puntata del 21 aprile 2020 della trasmissione ‘Fuori dal Coro’ che per l’occasione ospitava il giornalista Vittorio Feltri. In particolare, l’Autorità ha rilevato che il conduttore, Mario Giordano, non si è adeguatamente dissociato dalle dichiarazioni di Feltri riguardo ‘i meridionali'”.

“Tenendo conto della ripetitività e della gravità dell’insieme degli episodi già contestati all’emittente per la medesima trasmissione, ha applicato l’articolo 7 comma 3 del Regolamento diffidando l’emittente a non reiterare le condotte contestate”.

Un colpo duro per Rete4, diffidata dall’Agcom, ma per l’intera Mediaset e i due protagonisti della vicenda.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più